lunedì , agosto 14 2017
ULTIME NEWS
Ti trovi qui: Home / BORGO E VALLI / IL RITORNO DELLA MONTAGNA

IL RITORNO DELLA MONTAGNA

Alcuni anni fa’, un Sindaco di un piccolo paese della Valle Stura fece una battaglia per non far chiudere l’Ufficio Postale del Comune da lui amministrato.

Lì per lì pensai alla solita protesta del solito Sindaco, un po’ esagerata.

In realtà, Lui si stava battendo per non far perdere un servizio al Suo paese.

Era solo l’inizio di una serie di battaglie che hanno fatto storia, arrivate fino ai nostri giorni.

Un amico di Borgo San Dalmazzo che chiamerò LG amante della montagna, in questi giorni mi ha fatto notare che secondo lui  la principale causa dello spopolamento della montagna è la perdita dei servizi, accompagnando il suo ragionamento con l’ esempio di scuole, ospedali, negozi che in questi anni sono stati chiusi.

Continuando nel suo ragionamento, LG sostiene l’inutilità delle Comunità Montane che non hanno impedito l’esodo.

Ad esempio, dalla sua nascita, la Comunità Montana Valle Stura escludendo la città di Borgo San Dalmazzo ha perso almeno 1.000 abitanti.

E’ di questi giorni la discussione sulla probabile eliminazione delle stesse.

Decisione assunta dalla Regione Piemonte che avrà il suo effetto entro fine anno.

Ciò comporterà, oltre alla chiusura, con probabili disagi per il personale, ad una scelta per i Sindaci del territorio che secondo il ragionamento del mio amico risulterà fondamentale.

Trasformare le Comunità Montane in Unione dei Comuni, mantenendo strutture, costi e personale, oppure dare priorità ai servizi facendo un accorpamento degli stessi tra i vai comuni montani, concentrando le risorse e ottimizzando i costi.

E’ una variazione epocale in cui i Sindaci sono chiamati ad esprimersi e a prendere decisioni fondamentali per il futuro della montagna.

Mi affido alla loro intelligenza e alla capacità di far rimanere la politica fuori da queste scelte.

La speranza è che questo sia solo l’inizio per un ritorno della gente verso la montagna partendo, come dice LG, dai servizi!

Piermario Giordano

 

 

 

61 commenti

  1. Non mi pare che sia la scelta giusta L unione dei comuni anche perchè sarebbe gestita da” persone in prestito alla politica” praticamente non cambierebbe nulla con politici nuovi e problemi vecchi….si potrebbe dare in gestione a persone qualificate residenti nella zona(comitato) visto che loro sanno dove mettere le mani e le parole meglio di una “persona prestata alla politica”

    • Piermario Giordano

      Nell’Unione dei Comuni entrerebbero tutti i Sindaci dei comuni Montani sarebbe opportuno che i Comuni più grandi come Borgo San Dalmazzo e Boves uno per la Valle Stura e l’altro per la Valle Gesso,Vermenagna e Pesio stessero fuori.

  2. La montagna è un gran bel posto. Una volta c’erano i montanari che la “curavano”, adesso ci sono i cacciatori e i “forestali” che aprono i sentieri per far scorazzare i “gasati” del trial. C’erano i contadini che pulivano i campi ed i boschi, ora che gli hanno fatto pistrellare le stalle, si sono stufati e vanno a lavorare alla Michelin. Come possiamo pensare di rilanciare un territorio dotandolo di servizi, ma quali servizi? Di “cattedrali nel deserto” se ne sono già costruite, di soldi pubblici nella valle di cui parli se ne sono spesi una camionata con risultati penosi. A nessuno è mai venuto in mente che per rilanciare un territorio bisogna creare dei posti di lavoro? Gli amministratori non si sono mai posti il problema di concedere agevolazioni VERE a chi è disposto ad investire nei nostri territori, anche se non ha in tasca la tessera del partito giusto. Come possiamo pretendere dei servizi se non ci sono più le “utenze” per sostenerne la validità? Un esempio ammirevole è lo stabilimento dell’acqua “Sant’ Anna” che, pur con l’handicap del trasporto su gomma e un automazione fantastica, ha creato dei posti di lavoro. Io sono certo che con i soldi che ha avuto a disposizione la comunità montana si sarebbe potuto costruire una strada ferrata a servizio di tutta la valle ed ora non si dovrebbe discutere su circonvallazioni varie. Piangere sul latte versato non serve, Mi auguro solo che le nostre valli possano trarre qualche vantaggio da questa crisi che farà fuggire qualcuno dalla città e che la “politica” incominci a capire che incentivare la grande distribuzione come si sta facendo non potrà che contribuire a far morire i territori più belli e sani della nostra bella Italia. Ciao Pier!

    • Piermario Giordano

      Caro Gigetto,
      lasciare i campi ed i boschi incolti non sai che danno ambientale crea.
      Quando si parla di servizi si intendono le scuole, la posta, gli ospedali, ad esempio quello di Demonte non le cattedrali del deserto di cui parli, altrimenti la gente va a lavorare all’acqua Sant’Anna o alla Terme di Vinadio e continua ad abitare a Borgo San Dalmazzo facendo i pendolari al contrario.
      Ecco perchè mantenere i servizi di base è essenziale.
      Questi servizi, non le “cattedrali”.
      Ciao Gigetto!

      • A volte prevale in te la mentalità del “burocrate”. E’ quella che ci ha fatti precipitare nella depressione attuale. Il mio ragionamento è molto più “imprenditoriale” e legato alla realtà. I “servizi” devono pur avere una ragione di esistere, esempio alcuni uffici postali che sono stati soppressi è successo perchè non c’era più l’utenza per mantenerli. Trovo inutile fare ” carte false” per mantenere strutture, della quale utilità possiamo anche discutere, ma che dal lato “costo-benefici” sono veramente insostenibili. Ecco il mio paragone di “cattedrali nel deserto”. Il mio intervento voleva semplicemente dire che se facciamo scappare la gente dalla montagna non possiamo poi pretendere che vi rimangano “servizi” inutilizzati. Io sono certo che se le comunità montane fossero state amministrate da gente “imprenditorialmente preparata” ora non saremo qui a discutere di spopolamento della montagna. Scusami se mi sono permesso di replicare ma mi premeva chiarire il concetto. Ciao Pier!

        • Piermario Giordano

          Sicuramente sulle Comunità Montane la pensiamo allo stesso modo.
          La mia speranza è quella di far rinascere la montagna e di far ritornare la gente e i servizi. Pensa che 150 anni fa ai tempi dell’Unità d’Italia la Comunità Montana Valle Stura escluso Borgo San Dalmazzo contava oltre 21.000 abitanti, ora non arriva a 4.000.

  3. Great article and right to the point. Great fun . X back teacher more info – website please visit

    http://www.learnerslodge.com.sg

  4. I have been reading out some of your posts and i should say good stuff. x front teacher sg great fun

    http://www.myadvocators.com

  5. Great article and right to the point. Great fun . X back teacher more info – website please visit

    http://aceyourecons.sg/best-economics-tutor/

  1. Pingback: ankara eskort

  2. Pingback: reserver hotel pas cher

  3. Pingback: ccn2785xdnwdc5bwedsj4wsndb

  4. Pingback: hamptonbay

  5. Pingback: hamptonbayceilingfansblog

  6. Pingback: scary maze game 3

  7. Pingback: chotabheemgame club

  8. Pingback: chhota bheem online

  9. Pingback: temple run game 2

  10. Pingback: tractorpulling

  11. Pingback: papalouie

  12. Pingback: text twist game online play

  13. Pingback: friv game

  14. Pingback: uber cab pune contact number

  15. Pingback: scott county

  16. Pingback: xcmwnv54ec8tnv5cev5jfdcnv5

  17. Pingback: click here

  18. Pingback: xnc5bsxnrbscngfrfgc4ecgdgf

  19. Pingback: mxcn5w7xmwncwexnicensrgffg

  20. Pingback: seks izle

  21. Pingback: xmrsen75dfsrmfsfgsdjgfsfds

  22. Pingback: seks izle

  23. Pingback: sekis izle

  24. Pingback: nakladki

  25. Pingback: sekiz izle

  26. Pingback: porno

  27. Pingback: wxmsrxte8rnfemr8fwnfrwgfrg

  28. Pingback: xm48t5w4x3n2rmfe5xy8rt5m4t

  29. Pingback: ankara

  30. Pingback: anami sikin

  31. Pingback: anami sikin

  32. Pingback: cocuk sex escort

  33. Pingback: go to these guys

  34. Pingback: economics tuition

  35. Pingback: Free Adult Chat Rooms

  36. Pingback: garcinia cambogia

  37. Pingback: Anti Milben Mittel

  38. Pingback: maquillage pas cher en ligne

  39. Pingback: http://www.recycletotes.com

  40. Pingback: May thai thit

  41. Pingback: Law

  42. Pingback: chi phi du hoc nhat ban

  43. Pingback: angara fahise

  44. Pingback: buy

  45. Pingback: angara fahise

  46. Pingback: Engineering Notes

  47. Pingback: http://www.opulenceforlifebonus.com/reviews/

  48. Pingback: lawyerforaccident.net

  49. Pingback: real-surf-game

  50. Pingback: hampton bay fans

  51. Pingback: http://awwgames.com/scary-maze-game/

  52. Pingback: http://www.crazyscarygames.com/scary-maze-games

Inserisci un commento

Scroll To Top
shared on wplocker.com