sabato , marzo 12 2016
ULTIME NEWS
Ti trovi qui: Home / CUNEO E PROVINCIA / LA FERROVIA CUNEO-VENTIMIGLIA

LA FERROVIA CUNEO-VENTIMIGLIA

La notizia che la Regione Piemonte avrebbe intenzione di sopprimere 7 fermate sulla linea Cuneo-Ventimiglia dovrebbe essere accolta con soddisfazione, in quanto si tratta semplicemente di una misura che pone (parzialmente) rimedio al disastro che la stessa Regione Piemonte ha compiuto nel 2004, quando ha fatto entrare in vigore lo sciagurato “Memorario” che ha imposto a tutti i treni di fermare in tutte le stazioni, allungando a dismisura la durata di tutti i viaggi, senza più distinguere tra treni “rapidi”, “diretti” e “locali”.

Se la Regione Liguria desidera dei treni che si fermino a Bevera, Airole ed Olivetta-San Michele, bene farebbe ad istituire degli specifici treni, ma è assurdo che un viaggiatore che vuole andare da Torino a Nizza o da Cuneo a Sanremo sia costretto a fare tutte queste fermate.

Quelle di Saorge, Vievola, Briga e San Dalmazzo di Tenda, in territorio francese, erano già prima del 2004 servite da specifici treni.

Esisteva un treno Torino-Nizza che fermava soltanto a Fossano, Cuneo, Limone, Tenda e Breil, assicurando un rapido collegamento tra le due città in 3 ore e mezza.

Ora il viaggio dura 4 ore e mezza, ma soprattutto questa tratta è scomparsa dagli orari e nessuno sa se e come sia possibile affrontare questo viaggio, che non solo prevede un numero infinito di fermate, ma richiede anche 2 cambi di convoglio. Una vera follia!

Mentre si avvicina l’avvio del cantiere che imporrà un ulteriore rallentamento del  traffico stradale per la costruzione del nuovo tunnel, la ferrovia andrebbe potenziata (anche ricorrendo ad aiuti europei) e non abbandonata a se stessa.

E se c’è un modo per affondarla del tutto, è proprio quello di non far niente!

Andrea Levico

65 commenti

  1. Ancora una volta i Francesi meglio di NOI molto più organizzati e non pasticcioni come NOI. Sulla tratta Torino – Nizza non c è soluzione SOPPRESSA Hai dimenticato di sottolineare una cosa importante che la ferrovia Cuneo – Ventimiglia e ormai Vecchia e non c è la fa più a sopportare il traffico di oggi ti pare ?

  2. credo sia una buona idea organizzare alcune corse veloci tra Torino e Nizza, anche perché si sentono voci di un interessamento delle Ferrovie svizzere, che sembrano intenzionate ad attuare un collegamento con la Costa Azzurra.
    A ciò va sicuramente abbinato un servizio locale a uso dei residenti in Valle Roya.
    Non da ultimo considerare la possibilità di potenziare il già esistente (organizzato con success dai francesi) Treno delle Meraviglie per incrementare il turismo in questa bellissima Valle.
    Come si vede si parla di un tracciato ferroviario dotato di enormi possiilità foriere di buoni ritorni econimici.
    Considerato che il percorso non consente alte velocità, credo sia sufficiente la completa eletrificazione dello stesso.

  3. Si potrebbe dare in concessione la tratta TORINO – CUNEO – VENTIMIGLIA……alla nuova società privata ferroviaria ( ntv ) in modo che Fs gesticono le fermate della Regione Liguria fino a Olivetta – San Michele così si potrebbe ritornare alla TORINO – NIZZA in 3 ore e mezza…..

  4. Ciao a tutti,soprattutto al mio carissimo amico e compagno di leva “Pier”.
    Nel periodo estivo faccio quel tragitto in macchina quasi tutti i weekend
    per andare a trovare mia figlia che fa le vacanze con i nonni nel primo paesino dopo Nizza.
    Gli svantaggi del tragitto in macchina sono i 300 km di autostrada (non faccio il tenda visto che chi viaggia con me patisce le curve)
    ed il ritorno alle tre del pomeriggio della Domenica(quindi perdo il bagno pomeridiano) per evitare le code del rientro.
    Se la tratta in treno fosse intorno alle tre ore e mezza ed il prezzo abbordabile penso che ci farei un bel pensierino.

    A proposito delle code del rientro sul Tenda.
    Voi che siete del posto mi potete dare una spiegazione del perchè rimane attivo il semaforo a Vernante
    sulla Statale che porta a Borgo la Domenica del rientro dal mare?
    Tutte le volte sono delle code chilometriche per far attraversare un pedone od una macchina ogni tanto…
    Quante bestemmie e commenti sui cuneesi(chi vi parla è nato a Borgo ed è molto orgoglioso di esserlo).
    Basterebbe un semaforo intelligente no?
    Ma ovviamente per approvare la spesa ci andrebbe un politico intelligente e di questi tempi mi sembra che se ne vedano poco.
    Un saluto alla mitica Borgo e a tuti i borgarini!!!

    • Ciao Paolino,
      che bello: grazie al blog e alla rete possiamo dialogare.
      Grazie per il tuo contributo.
      Una tratta Torino Nizza in tre ore e mezza sarebbe fantastica economica e………..meno inquinante per tutti.
      Sui politici, poco intelligenti, hai ragione, aggiungerei: troppo distanti dalla gente.
      Tutto ciò che sta uscendo di……marcio li sta facendo tornare alla realtà ovvero li sta riportando in mezzo alla gente, nella piazze, frequentate da loro solo nei periodi elettorali.
      Ora bisognerebbe che il popolo………..arrabbiato, non facesse di tutta l’erba un fascio perchè tra i politici ci sono ancora quelli onesti, seri e corretti, pochi, ma ci sono.
      E’ da loro che dobbiamo ripartire.
      Cercherò di farmi portavoce dei tuoi preziosi suggerimenti, in particolare sul semaforo a Vernante.
      Ciao dalla Piazza di Borgo San Dalmazzo!

  5. ……. Caro Pier la STORIA non ti ricorderà perchè hai partecipato all ammuchiata contro i compensi…..ma perchè avrai migliorato la tua e nostra CITTÀ , PROVINCIA………Poi se vuoi combattere contro i MULINI a VENTO e un tuo problema…… (” DON CHISCOTTE”)visto che nel tuo programma elettorale c è prima la TUA CITTÀ e i suoi problemi……ciao

  6. Non credo che la Cuneo-Ventimiglia-Nizza sia particolarmente antiquata come concezione; è pur sempre il tracciato ferroviario più recente dell’intera Regione! (esclusa l’alta velocità Torino-Milano, tutti gli altri tracciati ferroviari piemontasi sono anteriori al 1928…).
    Ciò che è profondamente sbagliato è l’approccio con cui la si è gestita sinora: era nata come collegamento veloce tra Torino, Cuneo, Sanremo, Ventimiglia e Nizza (con un immenso bacino potenziale di utenza, tra residenti e turisti) e la si considera invece come una linea che deve servire paesi con meno di 1.000 abitanti…
    Sarà anche una “battaglia contro i mulini a vento”, ma chi ha detto che sia inutile per Borgo? io noto che la stazione è abbastanza frequentata e che ci sono un sacco di borgarini che vanno avanti e indietro per la val Roya e che sarebbero ben contenti di un treno che fornisce un servizio migliore.
    Andrea Levico

  7. ed eccoci a fine marzo con prospettive tutt’altro che rosee: altro che studiare dei piani alternativi per un migliore utilizzo. La Regione vuole solo tagliare… Torino è davvero troppo lontana dalla realtà di Cuneo, purtroppo.
    A chi rivolgersi per spiegare meglio quali potenzialità non sfruttate ha questa linea?

  8. Una curiosità:
    10 Aprile Torino – Nizza acquistato da Trenitalia euro 23,40
    11 Aprile Nizza – Torino acquistato da SNCF euro 18,40
    e io che credevo che i treni in Francia costassero molto più cari!
    (In aggiunta a Nizza il biglietto lo potevo acquistare online, in stazione o nella boutique SNCF in centro, a Torino niente online e solo coda in stazione.)

Inserisci un commento

Scroll To Top
shared on wplocker.com