martedì , gennaio 24 2017
ULTIME NEWS
Ti trovi qui: Home / BORGO E VALLI / L’UNIONE DEI COMUNI

L’UNIONE DEI COMUNI

 

VALLESTURAPiù rifletto sul percorso che insieme dobbiamo fare e più mi rendo conto delle difficoltà che tutti quanti noi siamo chiamati ad affrontare.

L’Unione Montana dei Comuni è un qualcosa che andrà a rimodulare in modo completamente nuovo e diverso la gestione di porzioni di territorio omogenee.

Territori gestiti da sempre con logiche prevalentemente campanilistiche, da intendersi in senso non negativo, che potevano trovare ogni tanto freno o integrazioni o “esaltazione” da parte di un Ente denominato Comunità Montana.

Ora chiedere, in un lasso temporale brevissimo, un cambiamento radicale di impostazione al quale ciascuno di noi, sia come Sindaci o come Cittadini di Paesi di Valle, non siamo pronti, è come far entrare “un piolo quadrato in un buco rotondo”.

Questa è la sfida.


valle_stura_featuredNoi abituati a vedere il nostro campanile, organizzati, anzi super organizzati, a gestirlo dobbiamo ora fare un qualcosa che non sentiamo, che poco capiamo e che ci porta, obtorto collo, in qualche modo a sporcarci le mani, a prendere delle decisioni forse anche impopolari.

Tutti i ragionamenti che ho sentito nelle nostre assise hanno dei fondi di verità e degli interessi sacrosanti ma oramai legati ad un modello di gestione del territorio che non ci è, purtroppo, più consentito.

Ad aggravare la situazione è poi la non chiarezza delle norme le differenze dimensionali e sostanziali tra paesi e, perchè no, anche le vicinissime scadenze elettorali in alcuni di questi, ecc, ecc.

Vi è poi la questione del pregresso della istituzione apparentemente più interessata, vale a dire la Comunità Montana, sia in termini di costi, di professionalità che vi operano e di ruolo.

 valle_gesso_bigFatta questa premessa, quasi scontata, ora con calma provo ad elencare, dal mio punto di vista, ed a prescindere dalle simpatie od antipatie personali, ciò che ci unisce e ciò che ci divide.

Ci unisce ( per i più ), con cattiveria, la legge … dobbiamo “fonderci”, “allearci”.

Il territorio, l’intento di svilupparlo, di tutelarlo e di renderlo sempre più vivibile

La possibilità di ottenere dei finanziamenti ad esempio quelli europei ed altri ancora.

Ci divide il peso dei “campanili” espresso in termini di rappresentatività dentro al nuovo ente montano.

Stesso peso per tutti o differenziato in base a popolazione, estensione del territorio, numero di campanili o altro?

VALLESTURA1Tutte le funzioni dentro al nuovo contenitore o una quota fissa per tutti ed una quota variabile discrezionale?

La questione della “liquidazione” delle Comunità Montane con tutti gli annessi e connessi, costi, pertinenze, professionalità?

E’ pacifico che lo sforzo e l’intelligenza che dobbiamo mettere in campo riguarda proprio quest’ultimi punti, i più ostici.

Qui si gioca la partita: a dire il vero questa è iniziata, da parte di tutti ( salvo rari casi), con un grande atto di fiducia e coraggio.

Quello relativo all’adesione all’Unione, pur in assenza delle regole del gioco del nuovo “contenitore” ( mi riferisco allo Statuto ).

VALLESTURA2Piccoli contributi personali sul superamento del ciò che ci divide:

. il nuovo “contenitore” non deve svilire l’autonomia dei singoli Comuni

. le professionalità dei singoli Comuni devono essere salvaguardate ( la questione del chi fa che cosa ed i meccanismi di integrazione e ripartizione delle competenze dev’essere chiarito )

. la struttura del nuovo “contenitore” di sviluppo del territorio dev’essere funzionale alle sue necessità e con un modello organizzativo leggero e semplificato e ben integrato con le entità comunali

. le passività pregresse della Comunità Montana non possono intaccare negativamente le disponibilità comunali singole

. nel nuovo “contenitore” ci si alloca nel rispetto della legge e del miglior funzionamento delle sub aree territoriali

. la rappresentatività dev’essere correlata alle funzioni conferite ed al peso gestionale specifico delle singole Comunità

VALLESTURA3Come sappiamo bene tutti quanti le cose da fare sono tante e complicate, ed in un lasso temporale abbastanza stretto noi le dobbiamo affrontare.

Su questa partita nessuna delega in bianco a super tecnici.

Noi come Sindaci, con responsabilità e senza personalismi , dobbiamo giocarla.

Buona fortuna a tutti.

Guido Olivero

(Sindaco di Roccasparvera, comune della Valle Stura al suo primo mandato)

57 commenti

  1. L’ennesima “tiritera” sul territorio, sui comuni, sulla comunità, sul campanilismo. Ma non vi rendete conto tutti che è ora di finirla? Conosco comuni dove 3 impiegati amministrativi e 2 operai svolgevano in modo solerte e competente il loro lavoro. Ora che gli abitanti si sono dimezzati, l’informatizzazione e la meccanizzazione ha fatto passi da gigante hanno almeno 9 amministrativi e più di 5 operai. Ma volete continuare a far sì che la forza produttiva dei nostri microscopici comuni venga caricata degli oneri necessari a mantenere un apparato burocratico abnorme ed inutile? C’è poi il problema degli amministratori, io sostengo da sempre che se si vuole essere utili alla comunità bisogna accettare e ricoprire gli incarichi senza percepire alcuna indennità, deve essere sufficente l’onere e l’ONORE a ricambiare “gratuitamente” chi ci concede la fiducia e la possibilità di amministrare il nostro paese. Non voglio poi parlare della pessima abitudine di spendere comunque soldi pubblici per costruire opere del tutto inutili oppure cloni di altre iniziative di comuni limitrofi. E’ davvero ora di passare all’amministrazione del buon padre di famiglia e smetterla di perdere tempo in riunioni, convegni, seminari che finiscono sempre in parole e tempo sprecato. Una parola su tutte: CONCRETEZZA!!!!!!!!!!!

    • Sono pienamente d’accordo con Te, caro gigetto.
      Il problema non sono le indennità che i Sindaci dei piccoli Comuni hanno, o percepiscono ma ciò che hanno fatto spendere.
      Questo vale per tutti i politici: nel passato hanno speso un sacco di soldi e ci hanno consegnato un paese ormai in completo fallimento.
      Ricordo a tutti che il programma di Grillo e del Movimento 5 stelle prevede l’accorpamento dei Comuni con meno di 5.000 abitanti. Ricordo a tutti che il Movimento 5 Stelle è il partito più votato alla Camera. Ricordo a tutti le battaglie dei Sindaci per impedire ciò e ora qualcuno di loro dice di aver votato per Grillo. Gigetto hai ragione CONCRETEZZA ma anche COERENZA.

  1. Pingback: blue ofica

  2. Pingback: Blue Coaster33

  3. Pingback: tv online, online tv

  4. Pingback: watch movies online

  5. Pingback: watch movies online

  6. Pingback: stream movies

  7. Pingback: water ionizers

  8. Pingback: best bottled water

  9. Pingback: kangen water machine

  10. Pingback: enagic kangen water

  11. Pingback: TV for Businesses

  12. Pingback: call tvpackages.net today

  13. Pingback: 3gp mobile porn

  14. Pingback: car parking

  15. Pingback: lan nu og her

  16. Pingback: water ionizers

  17. Pingback: parking

  18. Pingback: laan nu

  19. Pingback: water ionizer

  20. Pingback: alkaline water brands

  21. Pingback: pay per day loan plans

  22. Pingback: check my reference

  23. Pingback: b mcfarland co electricians

  24. Pingback: 2 brothers locksmiths

  25. Pingback: useful source

  26. Pingback: have a peek at this web-site

  27. Pingback: house blue

  28. Pingback: ideal electricians tool kit

  29. Pingback: HD Coloring Pages

  30. Pingback: payment plan

  31. Pingback: paypal loans

  32. Pingback: visit site

  33. Pingback: water ionizer

  34. Pingback: alkaline water

  35. Pingback: alkaline water

  36. Pingback: water ionizer payment plan

  37. Pingback: link

  38. Pingback: weblink

  39. Pingback: ankara eskort

  40. Pingback: ankara eskort

  41. Pingback: reserver hotel de luxe

  42. Pingback: orospu ankara

  43. Pingback: satta matka

  44. Pingback: where to get professional headshots taken

  45. Pingback: ccn2785xdnwdc5bwedsj4wsndb

  46. Pingback: mersin escort

  47. Pingback: Enlace

  48. Pingback: ankara escort

  49. Pingback: xcmwnv54ec8tnv5cev5jfdcnv5

  50. Pingback: xnc5bsxnrbscngfrfgc4ecgdgf

  51. Pingback: mxcn5w7xmwncwexnicensrgffg

  52. Pingback: xm8entv5yf4h65ddeoivgh9545

  53. Pingback: 3xtm8m863tcrfgdgfm8m8m8crt

  54. Pingback: x58jotwc8gocwxjcrstejrterd

  55. Pingback: Greg Thmomson

Inserisci un commento

Scroll To Top
shared on wplocker.com